Comune di Signa

Codice fiscale

Il codice fiscale viene attribuito tramite richiesta telematica all’Agenzia delle Entrate:

  • per i neonati da parte del Comune (al momento dell’iscrizione nell’Anagrafe dei residenti)
  • per i cittadini italiani residenti all’estero da parte dei Consolati
  • per gli stranieri dagli Sportelli Unici per l’Immigrazione (SUI) e dalle questure.

I cittadini ancora sprovvisti del codice fiscale possono presentarsi all'Agenzia delle Entrate con un documento di riconoscimento; per gli stranieri, occorre passaporto o permesso di soggiorno.

Il codice fiscale è obbligatorio per tutte le persone fisiche e per le società, associazioni, enti.
Per le persone fisiche è costituito da una espressione cosiddetta "alfanumerica", formata da 16 caratteri (lettere e numeri) di cui i primi 15 sono riferiti ai dati anagrafici della persona, mentre l’ultimo ha funzione di controllo dell’esattezza dei dati precedenti.
Più precisamente: 3 caratteri alfabetici per il cognome, 3 per il nome, 2 numeri per indicare l’anno di nascita, 1 lettera come sigla del mese di nascita, 2 numeri per il giorno di nascita, 4 caratteri che indicano il luogo di nascita, 1 carattere, il sedicesimo, che ha funzione di controllo.
Per le persone giuridiche il codice fiscale è composto da 11 caratteri, tutti numerici.

La richiesta per ottenere il codice fiscale si presenta all'Agenzia delle Entrate  Firenze 1 in via Santa Caterina d'Alessandria 23 - 50100 - FIRENZE

Telefono: 055.5051.41   Fax: 055.4709.90

e.maildp.firenze.utfirenze1@agenziaentrate.it

Orario al pubblico

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

8.30   12.45

8.30 - 12.45     14.15 - 16.00

8.30 - 12.45     14.15 - 16.00

8.30 - 12.45     14.15 - 16.00

8.30 - 12.45

Il rilascio del documento (numero) è quasi sempre immediato; in seguito viene inviato a casa il tesserino plastificato con impresso in rilievo il numero di codice fiscale. Se il titolare riscontra errori nel codice può chiedere una nuova attribuzione entro sei mesi dal rilascio, nel frattempo il codice attribuito originariamente continua ad essere valido.

Occorre fare molta attenzione nel riportare il proprio codice fiscale negli atti dove esso è richiesto: errori od omissioni nell’indicazione del codice possono essere interpretati come un tentativo di impedire od ostacolare controlli e vengono sanzionati di conseguenza (nella dichiarazione dei redditi l’omessa od inesatta indicazione è punita con una pena pecuniaria che va da  €.103,29  a €.2065,83).

 In caso di smarrimento distruzione o furto l’interessato può chiedere un duplicato.
Il DUPLICATO può essere chiesto anche via Internet direttamente al Ministero delle Finanze.