Comune di Signa

Procedura per la segnalazione di illeciti (whistleblowing) - Tutela del dipendente

Il dipendente di un ente pubblico, di un ente pubblico economico o di un ente di diritto privato sottoposto a controllo pubblico, e il lavoratore e collaboratore  delle imprese fornitrici di beni o servizi  che realizzano opere in favore dell’amministrazione pubblica,  che segnali un illecito compiuto nell’ambiente di lavoro -c.d. whistleblower- è tutelato dall’art. 54-bis del Decreto Legislativo n. 165/2001 (così come modificato dalla Legge n. 179 del 30.11.2017 che detta "Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato").
La segnalazione non dev’essere effettuata per esigenze personali, ma “nell’interesse dell’integrità della pubblica amministrazione”.
Questa è la ragione per cui  l’ordinamento tutela chi segnala eventuali illeciti, affinché emergano fenomeni di corruzione e di cattiva amministrazione.
A tale scopo, vengono pubblicate la modulistica (da utilizzare per segnalare eventuali condotte illecite commesse all'interno dell’Amministrazione comunale) e le relativa Circolare esplicativa.
Le segnalazioni dovranno essere inoltrate al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione, nella figura del Segetario Generale,  all’indirizzo e-mail: responsabileprevenzionecorruzione@comune.signa.fi.it
In alternativa, eventuali condotte illecite potranno essere segnalate all'A.N.A.C. o all'autorità giudiziaria.

 

A tal fine, vengono pubblicati:
 

 

      - Legge 179/2017
 
      - Anac:
 

         - Determinazione  n. 6 /2015, "Linee guida in materia di tutela del  dipenedente pubblico che segnala illeciti (c.d. wistleblower)";

         - Comunicati del 27.04.2017, con cui ha definito l'ambito d'intervento dell’Autorità;
 
          - Comunicato del 05.09.2018, che ha dettato importanti precisazioni con riferimento alle segnalazioni di competenza dell'A.N.A.C.
 

     -    Regolamenti con cui l'Autorità ha disciplinato la propria attività "in materia di prevenzione della corruzione", "in materia di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi nonché sul rispetto delle regole di comportamento dei pubblici funzionari" e "sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al D. Lgs. n. 33/2013". La modulistica dell'A.N.A.C. è accessibile dai link sopra riportati, in calce ai Regolamenti.