Comune di Signa

SIGNA, L’ORDINANZA PER LA CHIUSURA NOTTURNA DI PARCHI E AREE VERDI / Il vicesindaco Fossi: “Guardiamo alla tutela dell’ambiente e alla salvaguardia del benessere dei nostri cittadini”


E’ vigente da oggi l’ordinanza che regolamenta gli orari di apertura di 
parchi e aree verdi del Comune di Signa, con la quale si consente ai cittadini - fino al 15 ottobre 2020 - la fruibilità degli stessi dalle ore 07.00 del mattino fino alla mezzanotte.

“Un provvedimento che ci consente di contingentare gli ingressi ad aree di difficile controllo” - 
spiega il vicesindaco Marinella Fossi - “un intervento che si profila come una forma di tutela verso i cittadini per garantire la loro sicurezza sia di giorno che di notte, disincentivando il crearsi di situazioni di incuria e degrado del territorio”.

Disposizioni che intervengono - in orario notturno - sull’accesso a tutte le aree verdi o i giardini 
comunali usufruibili dalla popolazione: tra questi, il campo sportivo comunale di via dello Stadio, la zona dei Giardini del Crocifisso, i giardini pubblici di via delle Bertesche, i giardini di piazza della Repubblica, la piazza Don Armido Pollai, i giardini di via Longobucco, via Catarzi e via Vangi, i giardini di via De Amicis, i giardini di via Mascagni, i giardini di via Giovanni Paolo II, i giardini di via Maromme. 

Considerate le necessità di dettare disposizioni contingibili per contenere eventuali fenomeni di degrado e scoraggiare così atti e comportamenti incivili, l’amministrazione comunale di Signa ritiene di emanare un’ordinanza che guardi a favorire il mantenimento della quiete e dell’ordine pubblico, in un’ottica di mitigazione degli assembramenti, soprattutto in orari notturni.

L’obiettivo è quello di favorire il riposo e la serenità dei residenti: “Onde evitare l’uso improprio di 
certi spazi infatti - quali le aree verdi comunali, i nostri giardini, dove genitori e figli si recano a giocare e svagarsi -, abbiamo scelto di seguire la strada della chiusura notturna dei parchi. Un tentativo che ci sentiamo di dover fare sia nell’ottica di salvaguardia dell’ambiente sia nella prospettiva di custodire al meglio il benessere dei nostri concittadini”, prosegue il vicesindaco. 

In programma per l’attuazione dell’ordinanza, la disposizione di cartellonistica adeguata davanti alle aree verdi coinvolte e controlli da parte delle forze dell’ordine preposte.