Comune di Signa

SETTEMBRE A SCUOLA | 23.07.2020

SETTEMBRE A SCUOLA
Il punto dell’assessore alla Pubblica Istruzione Gabriele Scalini in merito al rientro degli alunni in aula dopo il lungo periodo di lockdown

Nelle ultime settimane l’amministrazione comunale è a lavoro per il rientro a scuola nel mese di settembre. In tal senso, sono stati organizzati una serie di incontri con l'Istituto Comprensivo di Signa atti a garantire il ritorno sui banchi di scuola nella massima sicurezza e nel rispetto delle distanze sociali ancora imposte. 

“Dall'analisi fatta dai nostri uffici e dalla dirigenza del Comprensivo di Signa possiamo affermare che, se la diffusione del CoVid19 si manterrà sui attuali livelli, saremo in grado di garantire a tutti gli studenti di Signa un rientro completo ad orario pieno”, afferma l’assessore Gabriele Scalini.

Questo è reso possibile grazie ad un'attenta analisi degli spazi della scuola e alla considerazione e valorizzazione di ambienti fino ad ora poco utilizzati. “L'intervento più significativo riguarderà la Scuola Secondaria di Primo grado Alessandro Paoli: a settembre forniremo l'Aula Magna e il refettorio di nuovi infissi e di pannelli scorrevoli che trasformeranno questi due grandi spazi, attualmente poco sfruttati, in aule polivalenti, dimensionabili in base alle necessità”, prosegue l’assessore. 

Per quel che riguarda altri plessi, invece, si attrezzeranno ad aula una serie di ambienti - prevalentemente refettori - con dimensioni corrispondenti alla normativa. In molti ambienti verrà anche rinnovato l'arredo grazie all'impegno del governo.

“Anche per quel che riguarda il servizio mensa riusciremo a garantire una nuova modalità di organizzazione che riesca a conciliare il massimo dell'igiene pur mantenendo alti gli standard qualitativi del pasto”, prosegue Scalini. “Già da alcuni mesi infatti siamo al lavoro con Qualità & Servizi per la realizzazione di questo protocollo. Un primo passo, in tal senso, l’acquisto - già concluso - di carrellini termici che consentiranno a tutti i bambini di usufruire del pasto in classe”. 

Una modalità che offre un duplice vantaggio. Da un lato il superamento del problema di turnazione alla scuola primaria Da Vinci che vedeva le classi mangiare ad orari assai distanziati, dall’altro il pasto in classe come occasione di valorizzazione dell’aspetto didattico-educativo del servizio mensa, in un’ottica progettuale fortemente condivisa anche dal corpo docenti della scuola.

“L'ultimo tassello da risolvere per il rientro a settembre riguarda il trasporto scolastico. Da pochi giorni sono uscite le linee guida della Regione per il trasporto pubblico che ha notevolmente allentato i vincoli di sicurezza; siamo pertanto fiduciosi che a settembre, come in tutti i precedenti anni scolastici, si possa realizzare un servizio che riesca a rispondere alle richieste del territorio. Dopo i difficili mesi di lockdown e le difficoltà della didattica a distanza, che hanno messo a dura prova bambini e famiglie, la ripartenza piena a settembre rappresenterà il primo passo per il ritorno alla normalità”, conclude l’assessore Scalini.