Comune di Signa

Il mistero dei bronzi dei Renai accompagna le notti dell'archeologia del Castello di Signa

Domani sera, sotto la torre di levante del Castello di Signa, si svolgerà
un importante appuntamento dell'iniziativa regionale Le notti
dell'Archeologia finalizzato alla presentazione della carta archeologica
del comune di Signa.

La dottoressa Gemma Bechini presenterà per la prima volta il risultato di
una lunga ricerca che ha raccolto, in una mappa, decenni di ricerche
effettuate a Signa dal locale Gruppo Archeologico.

Oltre a preziosi reperti etruschi ed alto medioevali sarà interessante
ascoltare gli sviluppi di quello che si presenta come un ritrovamento di
eccezione: i bronzi dei Renai. Negli Anni Settanta vennero rinvenuti
durante le escavazioni della rena due frammenti in bronzo di una statua
equestre che dopo il restauro sono stati esposti anche nel Museo
Archeologico di Firenze: dopo molti anni sono stati ritrovati molti altri
frammenti che fanno pensare ad un gruppo statuario in bronzo dorato di età romana.

Signa città romana della Via Quinctia ha una storia ancora tutta da
scrivere: l'incontro di domani sera fornirà sicuramente qualche luce.

Martedì 11 luglio ore 21.15 Palagetto, Torre di Levante (Parrocchia di
Santa Maria)

Le notti dell Archeologia 2017

Signa e la via Quinctia in epoca tardo repubblicana: alla scoperta di
nuovi scenari archeologici.

Conferenza di Gemma Bechini con la partecipazione di Paolo Liverani,
docente dell?Università degli studi di Firenze, Monica Salvini e Gabriella
Poggesi, funzionarie della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e
Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di
Pistoia e Prato. Saranno presenti anche Giampiero Fossi, assessore alla
Cultura del comune di Signa, Federico Gori, presidente del Gruppo
Archeologico, Angelita Benelli, presidente del Museo della Paglia.

Ringraziando per l'attenzione invio cari saluti
Giampiero Fossi