Comune di Signa

IL BILANCIO A UNA SETTIMANA DALLA RIPARTENZA DELLE SCUOLE.Servizi rinnovati e nuove proposte

Il nuovo anno scolastico ha preso avvio lo scorso 14 settembre con il rientro in aula di bambini e ragazzi.

A una settimana di distanza, il bilancio in positivo dell’Amministrazione Comunale sul recupero della didattica in presenza e sulla capacità di alunni e docenti di adeguarsi alle norme anti Covid.

I lavori e gli interventi apportati nelle strutture scolastiche hanno consentito di adeguare gli spazi scolastici alle disposizioni regionali e governative, salvaguardando il benessere dei bambini e, al contempo, favorendo l’acquisizione di servizi rinnovati.

“Posso esprimere la mia soddisfazione per come Signa ha dimostrato di affrontare e rispondere a questo momento così particolare della nostra storia“, dichiara il sindaco Giampiero Fossi, “Siamo riusciti in breve tempo a riaprire le scuole in sicurezza, tutelando il benessere di docenti e ragazzi, grazie soprattutto ai 300.000 euro investiti dal Comune per la risistemazione degli spazi scolastici”.

“Sono convinto che di fronte a tutte le sfide che questa emergenza ha messo in movimento, Signa stia rispondendo con forza e attenzione e la collaborazione del Comune con le dirigenze scolastiche ne è la prova: abbiamo riaperto le aule, riportato in classe i nostri ragazzi e ripristinato – in piena sicurezza – la didattica in presenza”, conclude il Sindaco.

Un rientro certamente diverso rispetto ad ogni altro ma capace di generare soluzioni innovative, con l’offerta di servizi rinnovati e garantiti nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

“Siamo soddisfatti dell’obiettivo principale che ci eravamo prefissi, ossia quello di far rientrare tutti i bambini in classe fin dal primo giorno”, dichiara l’assessore alla Pubblica Istruzione Gabriele Scalini, “siamo felici inoltre di aver potuto constatare coi sopralluoghi fatti nei primi giorni di scuola che i bambini hanno appreso e accolto le norme anti Covid con molta serietà.”

“Per il raggiungimento degli obiettivi preposti, sono stati fatti investimenti importanti da parte del Comune, primo su tutti il restauro delle aule dell’ex nido Il Trenino, grazie al quale siamo riusciti a garantire aule e spazi maggiori alla Scuola dell’Istituto Comprensivo di Signa. Diversi altri lavori sono in via di conclusione e di perfezionamento: per lo più, il cambio di infissi o la messa a disposizione di spazi maggiori in alcuni dei nostri plessi scolastici”, prosegue l’assessore.

“Infine, il servizio mensa completamente rinnovato”, conclude Scalini, “Un servizio al tavolo per tutti i bambini: Qualità & Servizi infatti ha acquistato carrellini termici che garantiscono un pasto caldo di altissima qualità a tutti i ragazzi nel rispetto delle norme di sicurezza previste. Una novità anche sulle stoviglie: posate usa e getta in polpa di cellulosa, quindi riciclabili al 100%  - anche questo, assieme a una serie di altri accorgimenti – ci permette di avere una mensa a impatto zero, senza produzione di alcun residuo secco indifferenziato”.

Non solo recupero della didattica in presenza ma anche ri-attivazione del servizio di trasporto scolastico che, rispetto a molte altre zone, è ripreso in concomitanza con la riapertura delle scuole.

“A seguito del decreto ministeriale di agosto, abbiamo ricalcolato percorsi e tempi di percorrenza dei nostri pulmini in modo da garantire il rispetto delle regole legate alla sicurezza da Covid-19“, afferma l’assessore ai Trasporti Chiara Giorgetti, “Grazie al lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale, abbiamo garantito la ripartenza del servizio di trasporto scolastico in concomitanza con la riapertura delle scuole, ossia il 14 settembre“ .

“Importante novità di quest’anno – ovviamente legata alle necessità portate dall’emergenza sanitaria -, è l’implementazione della sorveglianza sui pulmini”, prosegue l’assessore Giorgetti, “abbiamo infatti la presenza di un accompagnatore su ogni bus – sia per le scuole primarie e che per quelle dell’infanzia – così da garantire la piena sicurezza a bordo. Gli accompagnatori misurano la temperatura ad ogni bambino, controllano la corretta apposizione della mascherina e igienizzano le mani; in più, accompagnano i bambini al posto così da assicurarne le giuste distanze”.